Blog: http://nomedelblog.ilcannocchiale.it

Double Degree

L'"Università Cattolica del Sacro Cuore",  diocane porcodio madonnaputtana (scusate ma devo bestemmiare ogni volta che pronuncio il nome per intero), da alcuni anni punta molto, per la facoltà d'Economia, sul progetto "Double Degree", ossia in quattro anni due lauree, italiana ed estera. Sicchè alle lezioni ci sono molti studenti stranieri. Non so bene quali corsi frequantino, ergo non saprei dire quanti essi siano; a stimare in base ai corsi di Diritto, i più seguiti, direi una quindicina: tedeschi e svizzeri soprattutto, ma anche francesi, più un'albanese che non rivolge parola agli altri due connazionali figli d'immigrati. Oggi, pausa di mezzodì breve, un gruppo di francesi è entrato nell'aula grande in anticipo, quan'ancora eravamo arrivati in pochissimi. Si sono seduti poco avanti a me con il pasto da terminare: una ragazza Nestea e tramezzino, un ragazzo panino, gli altri patatine. Parlando hanno incominciato a ridere, sommessamente, ma di gran gusto. Io ascoltavo e capivo nulla, non conoscendo il francese; mi sarebbe piaciuto molto, però, sapere cosa li faceva ridere così.
Ad un certo punto la ragazza ha alzato la bottiglietta del thè, agitandola, e gli altri sono scoppiati in una risata sguaiata.
Ero proprio curioso di capire perchè ridevano.
Poi quello del panino l'ha poggiato sul banco, ne ha estratto una fetta di prosciutto e se l'è ficcata in gola, mente dalla fila davanti un'altro fingeva di sputargli.
Allora ho capito di cosa ridevano.

Pubblicato il 30/1/2008 alle 18.12 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web