.
Annunci online

Link

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte


"Uno sceso dalla montagna con la piena"




"E' solo un blog: sboccato, sconclusionato, culturalmente e psicologicamente border line"










Questo blog esiste per colpa di:


 Beppe


Tonino


















Invadeteci!
Per favore!

















Questo blog è una cagata pazzesca, ma nonostante ciò non è una testata giornalistica. Bla bla bla bla bla


politica interna
Un rivouzionario al servizio della città (post caratterizzata da un alto grado di razzismo socio-politico)
7 agosto 2007

Il capolista di Rifondazione nel neo-eletto consiglio comunale piacentino doveva essere un comunista di quelli alla Peppone, ma più ostinato e ottuso, e forse anche più grasso. Ex Arcicaccia, il tizio ha tirato a terra le balle a chiunque, nell’ambiente venatorio, per la sua nota e temuta incapacità di analizzare anche la più pratica delle questioni senza passarla, pubblicamente, nel vaglio della ideologia e, privatamente, della mera convenienza politica. Poi doveva essere un altro, ex Cgl, che m’infestava la casella e-mail quand’ancora la tenevo su Outlook in comune con mia madre: mandava al caro genitore una mail di lavoro ogni ottantasette di barzellette e fotomontaggi su Berlusconi. Che alla fine ci ho dovuto rispondere: “Cribbio, si moderi!”. Poi, per non so più quale incompatibilità, l’hanno anche lui sostituito. Con un ventunenne che faceva il liceo del sottoscritto, però un anno avanti: il Palla. Uno che, quand’io ero in prima e ci fu l’occupazione più aspra (quella in cui, addirittura!, avvisarono la Signora Preside, nonchè madre di uno dei più facinorosi, solo due giorni prima), stava sulle scale a far proselitismo in modo invasivo e disordinato, intralciando e rallentando le code alle firme, tanto che un compagno maturando, innocuo nichilista poiché fedele alla linea e insieme disilluso alla sconfitta delle idee forti, lo prese da parte e gli spiegò che il furbesco e meschino sentore di un’occupazione di tre giorni, invece che di due, bastava a metterci tutti in ordinata fila, e fors’anche a farci intonare una qualche canzoncina consona all’occasione, se solo ce l’avessero chiesto. Il nostro, negli anni, ha poi imparato a memoria un ampio e adattabile range di discorsi profondissimi e incomprensibili in uno stile da rivendicazione Br che, da esterno, posso supporre sia in disuso, ma che mette sempre una certa soggezione, almeno finchè non realizzi che non li capisci perché proprio non hanno senso. Nonostante questi stratagemmi, è rimasto lo stesso di sempre. E infatti, l’anno scorso, in un’assemblea d’istituto con invitati i rappresentanti delle federazioni giovanili di partito, preso dall’enfasi, si scoprì. C’era il giovane forzitaliota, che era proprio come si può immaginare un giovane forzitaliota, solo che era intelligente e competente; c’era il giovane diessino, che era proprio come si può immaginare un giovane diessino, solo che aveva trentacinque anni; c’era la giovane dell’UDC, che era proprio come si può immaginare una suora spaurita, solo che era vestita da civile; e infine c’era lui, il mitico Palla. Che si alzò, prese a camminare sul palco ed a gesticolare, a dire che no, no e ancora no, sempre più infervorandosi, per poi sedersi maledicendo i fascisti. Poi, di lì a pochi secondi, mentre la giovane Udc attaccava sussurrando che insomma, forse e magari, ancora balzò in piedi a urlare che ci volevano i bastoni, altro che storie. Allora, tra l’imbarazzo di alcuni ed il sollazzo dei più, il giovane diessino lo andò a prendere, gli piazzò l’energica mano sulla spalla e lo rimise seduto, mugugnando e trattenendo a fatica gli insulti. Questi sono i capigruppo di Rifondazione Comunista a Piacenza. Sarò più cauto nel conferire etichette di razzista, d’ora in poi. Di fronte ad un commerciante cinque volte rapinato dagli albanesi, il quale sostiene che siano tutti ladri per genetica, ovviamente non concorderò, ma proverò a compatire. Perché si ha del bello a dire che bisogna scindere gli individui dai gruppi, ma certe volte è davvero dura. Cioè, la loro punta di diamante è il Palla, non so se rendo l’idea.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. rivoluzione amministrazione

permalink | inviato da nomedelblog il 7/8/2007 alle 19:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
giugno        settembre